Solo tu ed io

di Alice C.

Era maggio il mese delle fioriture, Camilla una ragazza che proveniva da una famiglia molto nobile si era trasferita in Georgia per lavoro. Lei era una giornalista di moda rinomata in tutto il mondo e non era la solita ragazza ricca, viziata e a tratti presuntuosa ma tutto il contrario; o meglio, ricca sì presuntuosa per nulla. Quando arrivò in Georgia Camilla si innamorò subito dei suoi cittadini, della loro disponibilità e della loro simpatia e non fece fatica ad ambientarsi. Il lavoro era entusiasmante e i colleghi sinceramente disponibili tanto che non solo la vita in Georgia ma la vita in ufficio sembravano rendere tutto sereno e trasformare in piacevoli anche le giornate più faticose. Il primo mese trascorse così velocemente. Un giorno Camilla incontrò Francesco, anche lui proveniente dall’Italia e presto diventarono amici. Francesco era un tipo intraprendente e Camilla, una splendida ragazza dall’intelligenza brillante e dal fisico innegabilmente perfetto. Si poteva quindi pensare che Francesco non avrebbe perso l’occasione di invitarla a cena prima o poi. Così una sera dal cielo stellato e dalla luna piena Francesco invitò Camilla a vedere la sua casa e lei, un po’ insospettita ma anche incuriosita, decise di accettare.

Alle 21.30 quando Francesco aprì la porta del suo appartamento Camilla rimase davvero stupita: champagne, ostriche e fragole la stavano aspettando posati su un tavolo elegantemente apparecchiato con luminosi bicchieri di cristallo, piatti bianchi e dorati, posate d’argento e una meravigliosa tovaglia rosa che scendeva a terra con sinuosi   drappeggi. Rimase stupita, quasi sospese il respiro per un attimo pensando che la curiosità che l’aveva accompagnata fino a condurla in quell’appartamento era stata soddisfatta nel modo più romantico possibile. Ora rimanevano solo i sospetti sulle intenzioni di Francesco: perché tutta quella importante accoglienza?. Camilla ancora sulla porta, incantata da ciò che vedeva davanti ai sui occhi, decise finalmente di entrare dando vita alla serata misteriosa ed intrigante che era solo all’inizio. Degustazione, sorrisi e una bella, lunga chiacchierata sul divano fecero pensare a Camilla che tutto fosse finito e che fosse arrivato il momento di ritornare a casa quando iniziò a capire che Francesco non la pensava allo stesso modo. Ormai quasi vicina alla porta, Camilla si sentì fermare dolcemente. Francesco la invitò a fare una giravolta trattenendola delicatamente per un braccio e tutto d'un tratto le loro labbra si accarezzarono. Camilla trascorse la notte da lui.

La mattina si svegliò e stupita non lo vide. Si preoccupò ma solo per poco. Francesco si presentò dopo circa mezz'ora con un mazzo di rose bianche e rosse da lasciare Camilla senza respiro una seconda volta dopo il suo arrivo, la sera precedente, in quell’appartamento. Era stata una meravigliosa notte per entrambi …. Dopo circa sei settimane annunciarono il loro fidanzamento, dopo sei mesi officiarono il loro matrimonio e, ad un anno dalle nozze nacque Betty la loro prima figlia.

Una storia a lieto fine che certo Camilla e Francesco, prima perfetti sconosciuti, non avrebbero mai potuto immaginare quando decisero di lasciare l’Italia per trasferirsi in Georgia per lavoro.

All rights reserved © copyright

05f55f41-ca8e-485d-aa49-ee15f6f5103cjpg